giovedì 3 ottobre 2013

Impressioni a botta calda post God of War Ascension

PS3

Concluso l'ennesimo incontro con Kratos voglio subito condividere in questo spazio alcuni pensieri che nell'immediato mi attraversano.
"Adventuristicamente" credo di poter dire siamo innanzi al meglio che ha proposto la saga sin ora, fondamentalmente perchè i pianti dei giocatori riguardo alla assenza di enigmi degni in God of War 3 sono stati recepiti.


I puzzles solo una volta risolti sembrano una sciapata ma di primissimo acchito bloccano ed anche per svariati minuti, minuti, è bene dirlo, di puro di ragionamento,scevri degli interminabili trascinamenti di casse su casse o delle infinite rotazioni di molazze di God of War 1.
C'è ancora il solito salto a seppia, ben poco naturale e che oltre a cozzare con la "plausibilità" del resto delle animazioni (nuoto escluso, però almeno quello è pratico da controllare), rende difficile calcolare la giusta traiettoria in quei pochi momenti platform.

La telecamera come in passato si bulla sin troppo di sè stessa e dei bei panorami.
In GOW3 ho notato maggior rispetto per il giocatore nella regia, che per carità, pure lì sempre si prodigava di mostrare panorama ed animazioni nel modo più scenico possibile (e badate bene, non è una critica, è un PROissimo del gioco) ma risultava comunque funzionale all'azione di gioco.
In Ascension invece ho notato che diverse volte viene privilegiato l'impatto delle vedute rispetto alla leggibilità dell'azione giocata, con conseguenti secondi nel quale Kratos diventa difficile da ritrovare a schermo e, sebbene in quegli istanti ci vengano proiettati addosso le razze di nemici più deboli, sono circostanze che si traducono in momenti da button mashing forzato ad occhi chiusi, nei quali insomma non ci si capisce più una mazza.

A livello emozionale il gioco si rivela dal mordente sciatto. Le vicende e le sorelle Eumenidi non mi hanno trasmesso quella personalità del nemicone stimolante da rivaleggiare.
Certo, chi gioca God of War per la trama credo abbia sbagliato tutto sin dall'inizio, però è innegabile che i precedenti capitoli, con la lotta ad Ares e poi a Zeus, col mistero dietro l'incazzosa figura di Kratos, risultassero piacevoli ed intriganti  nel modo di tracciare il cammino verso uno scontro finale sentito sempre come atteso ed ambito dal giocatore.
Qui si avverte sin da subito che siamo di fronte ad un poco solido pretesto per rivestire i panni di Kratos, personaggio che tutto sommato ormai ha anche dato tutto e al quale servirebbe una bella pausa di rigenerazione sì da tornare poi con maggiore clamore.


Il battle system è il solito catenocentrico di GOW, giocando coi poteri degli amuleti si riescono a imbastire combinazioni piuttosto figacce, ma nulla di così distintivo rispetto al passato, "cameriere il solito".
Tecnicamente la validità realizzativa di sto prodotto non si discute: di caricamenti evidenti ne avrò contati due in croce in tutto il gioco e la cura visiva è davvero alta un pò ovunque.
Le ambientazioni meritano molto per quantità e qualità di oggetti, dettaglio... Insomma, un lavoro davvero mastodontico dinnanzi al quale c'è solo da battere le mani.

Tirando le somme solito God of War e solita qualità, da consigliare senz'altro a prescindere, anche se difficilmente resta nel cuore.





5 commenti:

  1. Sono un discreto amante di questa saga. Del primo capitolo ho un bellissimo ricordo. Un action molto spettacolare e con un bellissimo impianto visivo-ambientale. Mi piaceva pure la storia, a dire il vero.
    Dal due narrativamente parlando c'è stato un calo non indifferente. Una ''fretta'' tipica del titolo che ''ha sfondato'' e che deve fare seguiti a tutti i costi.
    Per questo capitolo (l'unico che non ho giocato) aspetto il classico ''20 euro nuovo''.

    RispondiElimina
  2. Concordo con le considerazioni su GoWII per ciò che concerne il piano narrativo che di lì in poi s'è fatto sempre più pretestuoso... Ludicamente invece l'ho trovato molto più compiuto e meglio chiuso come progetto.
    Chissà, magari se gradite un giorno potremmo approfondire un pò tutta la saga...

    RispondiElimina
  3. Io anche ho giocato tutta la saga e la conosco bene, e posso dire la mia opinione secondo cui questo é il gow più altalenante a impressione calda, nel senso che per alcuni aspetti (enigmi, qualcosina del combat, ambientazioni e aspetto tecnico) é un passo avanti, ma ho visto anche molti passi indietro (trama ahimé insulsa e mal sfruttata, kratos più moscio e poco incazzato rispetto al solito, assenza di nemici carismatici e qui la colpa é anche dei precedenti capitoli che già hanno dato molto, battle system un pò più rivisto ma sempre il solito ecc ecc) é inutile girarci intorno, si avvertono i primi segni di stanchezza di una grandissima saga che, nei primi capitoli colpiva molto per freschezza e originalità, con gow3 ha raggiunto l'apice dell'epicità e spettacolarità, adesso si presenta con un prodottone curato in molti aspetti ma che un pò annoia e un pò plagia sé stesso, vive di rendita, e ha la peggior trama mai avuta (potevano dare mille volte di più dai).
    Sono il linea con Capitan Brod insomma, poi devo dire che tecnicamente mi colpì più gow3 e le ambientaz di ascension son si bellissime ma qualcuna non al top l'ho notata

    RispondiElimina
  4. Visto che ora come ora la saga di Kratos nella sua componente naturale pare abbia manifestato uno stato di stallo, nell'attesa che i Santa Monica ne rivedano un po l'assetto strutturale, chissà se talentuosi ragazzi di Zen Pinball Fx si decidano ad omaggiarci con un bel tavolo a tema. Perlomeno si potrebbe parlare di un God of War finalmente DIVERSO ... Lancio l'allettante idea ai Zen Studios (li adoro) !!! buttiamola sul simpatico: Dopo GoW3 sarebbe bello rivedere un bel God of War CON LE PALLE (d'acciaio stavolta) :)

    RispondiElimina
  5. E' sempre un piacere leggere te ed il tuo humor su queste pagine fratello di G4.
    Un tavolo a tema Kratos sarebbe esilarante se ci infilassero la giusta roba XD

    RispondiElimina