lunedì 24 marzo 2014

SPECIALE - Lezioni di swordplay #03: Metal Gear Rising - spacing & crowd control

PC | PS3 | XBOX 360

Benvenuti alla terza ed ultima lezione di swordplay dedicata a Metal Gear Rising. Le lezioni di swordplay continueranno comunque molto presto con la trattazione di altri titoli, pure la stagione ninja, ben lungi dall'esaurirsi, si prepara ad entrare nella sua seconda fase.



Ci siamo finora occupati di singole meccaniche, adesso però è il momento di analizzare come atteggiarci in concreto in mezzo ad una folla nemica.


Rimangono valide le considerazioni fatte sulla blade mode cancel e sulle ranged weapons, con riguardo a quest'ultime si tenga sempre a mente il ruolo decisivo svolto dalle granate EM, capaci di mandare in stun i nemici entro un certo raggio per un tempo sufficiente a sfoltire il gruppo o a consentire la focalizzazione indisturbata su un singolo nemico.


Le granate EM insieme all'Alabarda costituiscono in questo gioco il più efficace strumento di crowd control. Come mostrato a più riprese nei due video che seguono l'Alabarda e il suo ampio raggio d'azione ci consentono di colpire più nemici, nel caso dei soldati addirittura di tenerli tutti in stunlock contemporaneamente ed è uno strumento assolutamente imprescindibile contro il boss Mistral, come noto supportata da fastidiosi mini-gear

Laddove possibile è bene sfoltire preliminarmente la folla, sì che il controllo della stessa risulti agevolato, in particolare è sempre bene eliminare da subito unità di disturbo come soldati muniti di mitra o razzi. Fondamentale a tal proposito la ninja run che consente di correre velocemente contro le unità di disturbo deflettendo al contempo le pallottole al nostro indirizzo, invito però coloro i quali volessero approfondire e masterare il gioco a farne un uso piuttosto cauto e razionale: innanzitutto è utile pianificare traiettorie ben precise sul campo, utile negli spazi più aperti è ad esempio pennellare percorsi circolari a bordo arena così da conservare una lettura di quanto avviene entro i confini  della stessa e costringere la formazione nemica ad aprirsi; poi è bene tenere sempre a mente che non è possibile cancellare l'animazione di ninja run con una parata o una schivata, dunque occorre giocare d'anticipo, osservare l'inizio di un'animazione d'attacco nemica, rilasciare il tasto di ninja run e schivare/parare appena finiti i frame di recupero.

Attraverso questi semplici consigli (i due video in calce mostrano un pò di manovre la cui emulazione vi renderà senz'altro dei ninja migliori) riuscirete a dominare anche la folla apparentemente più indomabile, con risultati che alle prime giocate non avreste mai creduto possibili, complici anche alcuni purtroppo noti difetti del gioco come lock-on rotto, telecamera da crimini contro l'umanità e attacchi off-screen talvolta non preventivabili.


Nessun commento:

Posta un commento