l Gamer May Cry: E3 2014 - Un mese dopo l'E3: riflessioni a mente fredda



ASCOLTA RADIOGAME !!!

domenica 20 luglio 2014

E3 2014 - Un mese dopo l'E3: riflessioni a mente fredda

PC | PS4 | XBOX ONE | WiiU | PS3 | XBOX 360 |  3DS

Alla vigilia di un agosto per me all'insegna del gameplay e del pieno supporto a Gamer May Cry, dopo una lunga assenza per cause di forza maggiore, eccomi a fare il punto della situazione su ciò che quest'ultimo E3 è stato e su cosa, nel bene e nel male, a distanza di un mese dalla fine dell'evento losangelino, merita a mio modestissimo avviso di essere ancora chiacchierato.


10) Devil's Third: Sapete quanto io ami gli action, sapete quanto io abbia voluto bene ai Ninja Gaiden di Itagaki. Vedere il suo nuovo, lungo e travagliato parto, nato come ibrido action-shooter, ridotto ad uno sparamuretto sfrondato dei wall-run, contornato da melee attacks che paion legno puro, con animazioni che nel 2014 paiono di 10 anni più vecchie di quelle del Ninja Gaiden del 2004, con un'IA inoffensiva ed un'enfasi sul multiplayer della quale il gioco non pare all'altezza, è stato per me un colpo al cuore difficile da incassare. Ma Itagaki è un perfezionista, dietro di lui non c'è la coalizione Tecmo-Microsoft che portò sul mercato un Ninja Gaiden 2 in piena fase beta, c'è la Nintendo che ha resuscitato Bayonetta. Ci sono margini per sperare che alla sua prossima apparizione Devil's Third faccia una figura migliore di quella invero piuttosto magra fatta a questo E3.

9) The Legend of Zelda Wii U: l'unico teaser di Nintendo, si fa perdonare col suo essere probabilmente il migliore dello show. Uno Zelda esteticamente così poderoso e fresco, dopo parentesi mid-budget quali Skyward Sword e Super Mario 3D World da Nintendo francamente non me lo aspettavo. Interessante la sfida lanciata da Aonuma circa la riscrittura del puzzle solving all'interno delle dinamiche esplorative di un open world, ma come al solito la bontà delle intenzioni andrà confutata dai rilievi pad alla mano.

8) The Witcher 3: avrebbe dovuto stupirmi, smascellarmi, convincermi a cambiare GPU, prostrarmi in adorazione... La verità è che lasciando da parte l'hype, il nome e la fiducia a prescindere elargita ai CD Projekt, TW3 ha fatto davvero poco per ergersi sugli altri action-rpg presenti e passati. La build mostrata non colpisce per il combat system, che pare esprimersi a schermo con troppo più legno di quanto sarebbe lecito attendersi da una produzione di siffatto tenore, non colpisce per la direzione artistica che accosta un Geralt dalle dubbie proporzioni ad un ben poco convincente Grifone, per calarli in una foresta che pare un lascito di The Witcher 2 piuttosto che uno scenario coerentemente inserito in uno sviluppo open-world.
L'impressione restituita è che il traghettamento dello Strigo verso i terreni battuti da The Elder Scrolls e l'abbandono di alcune personalità chiave del team stiano pesando in maniera più che palpabile.

7) Microsoft alla riscossa ma anche no: provo emozioni davvero contrastanti per la performance di Microsoft all'E3, perchè se da un lato le ammisioni di colpa, il cambio di rotta all'insegna del puro gaming guidato da Phil Spencer e la conferenza a base di soli vg costituiscono degli apprezzabili propositi, dall'altro il gigante di Redmond non mi è parso assolutamente all'altezza dei suoi intenti... A parte la consueta vagonata di teaser, a parte l'assenza (tanto per cambiare) della giga-produzione Remedy, Quantum Break, a parte l'annuncio inspiegabilmente anticipato a maggio di Halo 5 e del modulo Xbox One senza Kinect, è la sovrabbondanza di produzioni multiformato esibite sul palco a sconcertare a fronte di un parco esclusive che in termini quantitativi stenta ancora decollare, sebbene, è d'uopo segnalarlo, graziato da ritorni (Phantom Dust) e arrivi (Scalebound) fino ad un anno fa impensabili.

6) L'E3 dei teaser: teaser, teaser, teaser del teaser...! E' stato un E3 punteggiato da fin troppi annunci a mezzo teaser trailer senza immediato riscontro giocabile; e se da progetti un pò embrionali come Scalebound un pò te lo aspetti e lo accetti, da roba che era pure presente in fiera come build giocabile a porte chiuse il teaserino in CG lo accetti malvolentieri. Vero Bloodborne?

5) Nintendo Threehouse: in risposta all'E3 dei teaser, Nintendo innova il modo di portare nelle case della fan-base il suo E3 e le dimostrazioni giocabili dei suoi progetti. Tante build fruibili, tante le ore di demo-live. Una copertura efficiente ed impeccabile che ci auguriamo sia da esempio nei prossimi anni anche per le case concorrenti.

4) Bloodborne: la Souls-saga rappresenta il filone ludico più chiacchierato (in bene) della old-gen; il suo prosieguo spirituale sull'ormai current-gen, con nuovamente al timone Miyazaki, con il budget AAA che consegue all'esclusività per PS4, non poteva che divenire il gioco più chiacchierato dell'E3 da parte dei puristi del gameplay, made in japan e non. A parte la discutibilissima scelta di riservare alla Press Conference Sony solo un trailer in CG e di mostrare il gameplay solo a porte chiuse, un'idea tra leakate varie e descrizioni da parte di chi era lì all'evento me la son fatta: Miyazaki sta rimettendo in discussione il suo intero costrutto di gioco nel tentativo di espungere dalla sua creatura tutti gli approcci safe, camperini, tediosi e cheap ben noti da Demon's Souls: l'eliminazione degli scudi e del sicuro attendismo garantito dagli stessi in nome dell'offensivismo rischia da un lato di ridurre la poliedrica interpretabilità del gameplay souliano, dall'altra pare la più sensata via per conseguire una sfida più corretta, divertente e stimolante.

3) Scalebound: il teaser fa schifo A) per il forzato accostamento di design jappo e yankee; B) perchè è un teaser in CG, quindi con me perde a prescindere. Il punto è che dall'annuncio a mezzo teaser ad un semplice comunicato stampa cambia poco se dietro c'è il nome di Hideki Kamiya... Un nome che da solo basta a scuotere il popolo dell'action e a far riconsiderare l'acquisto di Xbox One. Ok, non sarà il titolo che cambierà le sorti della console sul mercato, ma di sicuro non lascerà indifferente il pubblico di riferimento di Gamer May Cry.

2) No Man's Sky:  LA Noia fatta codice o l'esperienza della vita? Difficile a dirsi, ma questo progetto sprizza troppo fascino e coraggio per non aggiudicarsi un posto sul podio della roba che mi è più rimasta impressa dall'E3 ad oggi.

1) Axiom Verge: Nintendo non ha annunciato, per il dispiacere di molti, un nuovo Metroid... Chissefrega dico io visto che fino al (sicuro) ritorno di Samus Aran potremo sollazzarci con questo sorprendente ed accattivante Metroid-like portato avanti da ormai oltre tre anni dagli sforzi di un solo uomo.
Pare il Metroid Dread 2D che avrei sempre voluto... Grazie Tom Happ!




5 commenti:

  1. Si, troppo poco giocato, ad esempio bloodborn (da fan dei souls) é il gioco al quale sono più interessato, solo che hanno fatto vedere solo un cg bellissimo ma niente gameplay.. il gameplay é stato leakato ma almeno io ho visto un video di 1 minuto in cui si vede troppo poco del gameplay. Comunque c'é da dire che un pò di gameplay si é visto, ad esempio in far cry 4 ed il nuovo assassin's creed. Da fan accanito di far cry 3 (tra i miei top 3 fps 'moderni') questo far cry 4 sembra uno spettacolo dai video: simile di base a far cry 3 (e ciò é un gran bene) ma con molte possibilità in più, come ad esempio quella di sparare in auto e l'utilizzo del rampino per le scalate e per oltrepassare i burroni. No man's sky già so che lo amerò ma é tutto da verificare, il trailer cg di uncharted 4 mostra una grafica dichiarata in game che io non ho mai visto, e sarà senza minimo dubbio un titolo da acquisto console dato che si tratta dei naughty dog che dopo il capolavoro the last of us sono i miei dei indiscussi. Volevo chiedere al buon Metaller cosa ne pensa del free to play di suda 51... premetto che già essendo free to play per me parte già con le gambe mozzate, e in suo favore é stato eliminato il progetto lily bergamo. Vabbé che di lily bergamo non si era ancora capito granché però aveva un enorme potenziale almeno artistico rispetto a questa robetta qua (neanche ricordo il titolo). Per me gran flop di suda 51, che con killer is dead, era riuscito a farsi apprezzare dal sottoscritto (oltre all'ottimo shadow). Gran peccato per me dato che questo progetto nuovo di suda51 é anche se non erro esclusiva sony

    RispondiElimina
  2. Un E3 riuscito secondo me. Bellissimi i nuovi progetti only next-gen, a partire dal batman portato all'ennesima potenza a finire con un assassin's creed che finalmente si è deciso a migliorare un pò la sua impronta stealth.

    La cosa bella dei filmati in cg è che non si degnano nemmeno di inserirli nel gioco. La care vecchie ''presentazioni fighe'' ormai sono carne da macello da presentare alle fiere. Ormai è solo pubblicità. E se fai male quella chiudi tu e tutta la fiera.

    RispondiElimina
  3. -Batman rulla, anche se le sezioni in batmobile mi hanno fatto un pò sbadigliare...
    -La faccenda Lily Bergamo-->Let it Die meriterebbe un piccolo post tutto a sè ma non so se ne avrò il tempo e soprattutto la voglia di parlarne data l'amarezza...
    -Assassin's Creed non mi piace... Continua a sembrarmi na commercialatona noob oriented, quindi mi asterrò dal trattarlo lasciando la parola al ben più preparato ed autorevole Gladiatore-sensei.
    -Di Far Cry ci occuperemo diffusamente con l'avvicinarsi del quarto capitolo...

    Ci sono diverse novità in cantiere per quella che sarà la seconda stagione di vita di Gamer May Cry... Recupereremo titoli di cui avevamo annunciato la trattazione e ne tratteremo degli altri esplicitamente richiesti da alcuni fedelissimi seguaci... Sarà una calda estate.

    Mi rivolgo inoltre direttamente ai fedelissimi: vi interesserebbero dei broadcast live fatti da me anche per ovviare agli altrimenti pachidermici tempi di preparazione di alcuni articoli? E se sì avete impellenti richieste circa titoli (disponibili anche per PC per ovvie ragioni di live recording) che vorreste vedere trattati...?

    RispondiElimina
  4. Meta far cry 3 l'ho finito giusto qualche giorno fa e mi ha rapito. Un gioco che non solo appassiona nel gameplay, ma ti lascia pure un significato niente male. Un'esperienza completa dal mio punto di vita.
    Per il live non saprei. L'articolo comunque mi piace e lo leggo volentieri.
    Magari ogni tanto ci sta. Tipo quando si vuole parlare di un argomento vasto come l'E3 oppure una saga in particolare.
    In quel caso una bella chiacchierata è più digeribile e divertente da seguire.

    RispondiElimina
  5. Caspita mi son dimenticato di citare batman che sembra massiccio come al solito, la batmobile neanche a me ha fatto strappare i capelli però dai ci voleva cavolo in batma, è dall' AA che i fanzzz la richiedono xD dai sarà una buona aggiunta! Comunque certo Meta, anzi sarebbe bello poter variare fra articoli e live, anche se pure io leggo con molto piacere tutti gli articoli gi gamer may cry, diciamo una volta ogni tanto sarebbe una buona idea! Di titoli su pc mi piacerebe vedere un the forest o un to the moon, o un titanfall dato che non si è trattato moltissimo del multiplayer, un far cry 3 o un crysis 3! poi vabbè io sto sparando qualche titolo ma naturalmente dipenderà da disponibilità, tempi ecc, ovviamente aspetto con ansia qualunque cosa ci verrà proposta!

    RispondiElimina