VIDEOGAMES CAFE'

lunedì 8 dicembre 2014

ANTEPRIMA - Uncharted 4: l'Uncharted del gameplay?

PS4

In questo articolo lascio da parte un po' di formalismi per abbracciare un linguaggio più gergale e se del caso scurrile.
Lo devo dire? Devo davvero denudare i miei pensieri e porgerveli con il filtro politically correct settato su "off" col rischio di portare all'apice dell'impopolarità un blog già poco popolare di suo?


Bene.
Gamers cari, avete arcifrantumato le palle per una gen con proclami preconfezionati da indossare su forum e social network per fare i poser di sto cazzo, proclami quali "il gameplay prima di tutto", "basta demo tutta grafica, poco gameplay", "sì vabbè, i soliti set-pieces strascriptati, strachiusi, strafiniti", "COD merda", "Uncharted fumo", "servono novità nei sequel" eccetera, eccetera, eccetera.
Poi però Naughty Dog per il suo Uncharted 4 mostra una build pre-alpha focalizzata sulle evoluzioni del core meccanico, con più aggiunte di quante ne abbiano messe in due sequel di Drake's Fortune, ed eccovi lì, tutti a contare il dettaglio dei peli pubici di Nathan Drake, la risoluzione della caccola pendente dalla sua narice sinistra, e tutta una serie di cose che vengon fuori solo perchè oh, una volta tanto qualcuno porta sul palco della next gen una demo VERA, con game over e glitch in diretta, e non una roba pre-registrata per vendere fumo.

C'è da dire che Naughty Dog un po' se l'è cercata: uscirsene con un teaser come quello dello scorso E3, una roba dall'impatto visivo manifestamente superiore a quanto poi effettivamente restituito in-game, non è stata la più saggia delle mosse. Parimenti non è stato saggio annunciare i 60 frames per secondo per poi alla prova del nove far girare il tutto a 30 frames, spesso scricchiolanti.


E comunque sei Uncharted 4, l'arcinoto sequel di una IP nota per scatenare a schermo l'ira di Odino e Thor messi assieme: non puoi investire minuti del tuo reveal in scalate e passeggiatine per caverne di cui pure gli alieni nelle galassie limitrofe si sono scartavetrati le palle.
E' pacifico quanto lo spessore ludico delle arrampicate di Uncharted sia prossimo allo zero e quanto le stesse siano semmai funzionali alla navigazione di stage sviluppati in scenari complessi, geometricamente e stilisticamente imponenti: che senso ha allora mi chiedo fare la ruffianata di inserire pure il "piccone" (ok, non è esattamente un piccone, ma l'utilizzo è il medesimo) del modesto emulo Tomb Raider. Il nulla che si arricchisce del nulla.

Ecco, lamentare tutto questo ha senso. Lo capisco, ci sto dentro anche io, sono con voi.
Tuttavia quando inizia l'azione, quando Uncharted 4 mostra davvero ciò che il brand è nato per essere, credo che certe polemiche, ancorché giustificate, debbano arrestarsi innanzi alla bontà ludica palesata.

Facciamo un passetto indietro: il brand Naughty Dog, nella sua immediatezza, nella sua incontrovertibile pretesa di accessibilità, ridendo e scherzando vantava uno dei combat system da shooter in terza più accessoriati di sempre: a parte elementi scontati come cover system, salti e colpi melee è d'obbligo ricordare tutta una serie di cosette come hip-fire (sparo in corsa libera senza entrare nella visuale di mira), blind-fire (fuoco alla cieca dalle coperture), sparo da appesi verso il basso e verso l'alto oltre le sporgenze e granate lanciabili in mille modi diversi. Tutte opzioni belliche, bene ricordarlo, che lo sciapo e piatto combat system di Tomb Raider non aveva.

Torniamo al presente: cosa può fare oggi Uncharted 4 per ampliare il suo respiro come gioco d'azione? Esattamente quello che questa demo ha fatto, ossia continuare ad investire sulla poliedricità del level design e lavorare sul flusso dell'azione.

La prima delle faccende è presto spiegata: la prima vera arena di scontro mostrata nella demo è un complesso di alture e rocce immerse nel verde che vanno a comporre uno scenario sviluppato tanto in orizzontale quanto in verticale, roba che solo in multiplayer e nei migliori passaggi delle tre campagne singleplayer abbiamo visto (cimitero delle navi in Uncharted 3?), in cui il nostro Drake ingaggia gunfight e melee combat tra una piattaforma e l'altra con una continuità impressionante. Stupisce insomma lo spessore dell'arena e perciò l'ampiezza di spunti tattici da questa offerta, stupisce la continuità tra le manovre spendibili al suo interno e come le diverse animazioni siano collegate tra loro (sparo in hip-fire lungo una piattaforma, arrivo al bordo, salto verso altra altura, faccio arrampicata di aggiramento, salto con possibilità di lanciare granata in volo, ingaggio melee una volta a terra, proseguo in hip-fire, passo alla visuale sulla spalla, torno in corsa, mi lancio dall'altra parte con rampino ed atterro con melee contestuale dall'alto su di uno spiazzato nemico, il tutto senza cesure nette), stupisce, e non è cosa da poco, come l'IA nemica riesca a stare dietro a questo complesso intreccio di level design ed approcci del giocatore con capacità di pathfinding e di adattamento che promettono momenti di giocabilità emergente a go go.



La seconda questione, quella circa la gestione del flusso dell'azione muove sicuramente da quanto poc'anzi esposto ma si estende in un campo che va oltre il combattimento a viso aperto: lo stealth.
Nei passati Uncharted in molte sezioni era possibile praticare l'approccio stealth, ma una volta scoperti, partiva l'azione dura e pura e questa era gestita per ondate nemiche predeterminate, senza possibilità di invertire il processo e tornare alla furtività.
Attraverso un ripensamento dell'intero sistema, dell'IA ed aggiunte motorie come l'accovacciamento nell'erba mutuato da Assassin's Creed 4 in Uncharted 4 pur restando nell'arena di scontro è possibile far perdere le proprie tracce, tornare a manovre elusive, perpetrare stealth kill, salvo essere nuovamente scoperti, ingaggiare altri gunfight per poi riscivolare nell'ombra.
Il passaggio dal third person shooting allo stealth è insomma dinamico, reversibile, o almeno, questa è la direzione suggerita dalla demo.
L'augurio è che il gioco completo non disattenda questa importante premessa, premessa che da sola potrebbe trasformare Uncharted da "TPS con contorno adventure" a "gioco d'azione a tutto tondo di improvvisare soluzioni".

Insomma, promesse tecniche forse disattese, incipit banalotto, ma al netto di tutto ciò, quando la demo ingrana, Uncharted 4 sorprende senza per forza ricorrere alle teatrali trovate pirotecniche di altre presentazioni come palazzi in caduta e navi in balia della tempesta, sorprende con soluzioni più sobrie, ma francamente più di sostanza e meno effimere, in una parola, sorprende col gameplay.

11 commenti:

  1. la risoluzione della caccola LoL

    Vogliamo parlare della gente delusa dalla mancanza di script spettacolari?
    Vergognosa questa gen videoludica. Per carità, non ho niente contro la bella grafica e il progresso tecnologico, ma a tutto c'è un limite.
    Allora io sono stronzo che con ps4 gioco a robetta cross gen come gta5, the evil within, thief e compagnia bella? Quando poi un gta5 ha molte più finezze next-gen di un watch dogs/AC unity/infamous. Possibile che next sia legato al solo impatto visivo?
    Per me next è un Drake che si muove in mappe enormi e che lotta contro un'I.A. cazzuta, un open world senza caricamenti e con un mondo di gioco vivo e credibile plasmabile a piacimento, un fps ricco di interazioni con lo scenario e con online stabili e fluidi.
    No l'erbetta sul corridoio...andiamo su...

    RispondiElimina
  2. Modalità incazzatura Metalliara :) che in buona parte condivido. Su grafica e aspetti tecnici a me personalmente pare veramente più che ottima e veramente 'nextgen' già così ma ok, mettiamo sono io ad essere ignorante sui tecnicismi grafici (non sono un esperto) ma non ci vuole un esperto per constatare che trattasi di una pre alpha, che hanno un anno per migliorare il tutto e che hanno dichiarato loro stessi che forse continueranno a puntare ai 60 frame (che certo se ci fossero farebbero felici tutti ma non sono così indispensabili, o almeno non quanto un action alla bayonetta o dmc) quindi ci si lamenta di cosa? Di un prodotto non finito, andiamo bene xD la cosa brutta é che sarebbero manifestatamente stati tutti più contenti con un teaser trailer in cg che mostrasse le solite scene d'impatto e 2 sec di gameplay.. invece hanno mostrato un gameplay di ben 15 minuti che ha mostrato tantissimo (gunplay, stealth, corpo a corpo) hanno mostrato la sostanza insomma, e permettetemi ma io son molto più contento così! Detto ciò, venendo ai contenuti, é vero che la prima parte è un pò soporifera e che le arrampicate son le solite (del resto non saprei come potrebbero variarle e renderle migliori in effetti) ma quando parte il combattimento é una gioia dall'inizio alla fine: level design diamine, combattimenti su più piani e più livelli (veramente la sensazione che il combattimento parte in un punto e si sviluppa nel mentre che si avanza e il tutto si fa incalzante, insomma assolutamente non compartimentato e statico, ma anzi dinamico. Drake ha una grande velocitá di movimento e un'ottima mobilità, può mettersi a riparo, sparare alla cieca, usare il rampino in maniera contestuale, sparare mentre si arrampica, nascondersi ecc. Tutte cose interessanti, magari non originalissime ma diavolo, calate in quel level design lì (la scommessa é sperare che quel livello qualitativo sia mantenuto per buona parte del gioco) in cui son possibili salti, scivolate , arrampicate (ho visto del buon platforming applicato al combattimento, cosa che onestamente in un gioco 'di sparare' in 3D non ho tipo mai visto in questa gen se non in piccola parte nei vecchi uncharted xD), rampino, stealth finalmente valido anche all'interno di un combattimento inoltrato (ciò darà luogo a microsituazioni in cui sfruttare l'ambiente,varie kill, corpo a corpo, caduta dei nemici dai dirupi ecc). E poi il corpo a corpo che non puntando (e meno male) sul free flow di batman, prende la via più sensata degli attacchi contestuali, che si modificano in base a presenza di pareti vicine ecc. (A chi ha giocato the last of us é evidentissimo come abbiano preso spunto da lì, e non lo reputo un male) .In una parola dinamismo, varietà di approcci e gameplay frenetico ed adrenalinico in cui combattimento e platforming hanno la potenzialità di unirsi e dare origine a situazioni interessanti. Posso dire senza dubbio che questa demo é stata corposa, e che veramente mi ha 'venduto' il gioco come si suol dire, nel senso che se le premesse sono queste e se si continuerà a puntare sul level design, sulla verticalizzazione ecc si avrà la certezza che le battaglie saranno tutte ben diverse le une dalle altre e che sarà il miglior uncharted della serie. insomma l'hype é entrato in me!!

    RispondiElimina
  3. Bella la definizione "gioco d'azione a tutto tondo di improvvisare soluzioni" penso che hai centrato veramente il punto di quello che deve essere Uncharted, e sono contento di aver ritrovato scritto tutte le cose che mi hanno colpito della demo (fluidità, passagio dinamico allo stealth etc). Hype, anche se temo non ci giocherò mai...

    RispondiElimina
  4. Condivido quanto scritto da tutti voi e son contento condividiate il mio pensiero. L'augurio è che il gioco sia tutto molto dinamico ed interpretabile quando c'è da battagliare/nascondersi.
    One Eyed, come mai lo skipperai? Salti PS4?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Premettendo che sono monoconsolaro per cause di forza maggiore, dopo 3 gen e 15 anni di Playstation (+pc di famiglia) ho deciso di provare il "dark side of the moon" prendendo WiiU (+pc portatile +3DS scroccato da mia sorella), per una serie di motivi: generi più adatti alle tempistiche da universitario, tutta la libreria Wii da recuperare che non mi farà patire i tempi morti della lineup, giochi della concorrenza di maggior interesse che al 90% potrò recuperare in futuro su pc (e qui Bloodborne e Uncharted 4 mi guardano male) e tanta voglia di aprire un po' gli orizzonti e provare i brand storici N (Metroid su tutti). Non credo me ne pentirò e spero che PS4 possa comunque entrare in casa a fine gen.

      Elimina
    2. Scelta rispettabilissima ma come noto il marchio Wii non riesca a coprire la fetta maggioritaria dello scibile ludico contemporaneo, però se gli è affianchi un PC il discorso cambia completamente. La combo PC + Wii U è quella che sta andando ed andrà per la maggiore tra gli appassionati che non schifano il mondo desktop.

      Elimina
  5. Articolo condivisibilissimo dal mio punto di vista.
    Francamente da frequentatore abituale di forum ed in generale appassionato a tutto tondo di videogiochi rilevo spesso tra gli appassionati un cinismo dilagante con il quale faccio spesso fatica ad identificarmi.
    In questo caso preciso, si critica aspramente Naughty Dog per aver fatto esattamente ciò che richiediamo espressamente ogni volta che ci capita di vedere il trailer di turno; “Niente CG o target-render, vogliamo il gameplay”.
    E lo hanno fatto, correndo gli ovvi rischi connessi al dimostrare live una build in pre-aplha (e problemi ce ne sono stati come abbiamo visto) e la reazione di molti è stata “Ma dov’è il set-piece? Ma cos’è sta roba. Downgrade!”
    E’ francamente sconfortante.
    Tornando al merito della discussione, da apprezzatore del franchise senza per ciò definirmi fan incallito, quello che s è visto mi è piaciuto enormemente. I Naughty Dog hanno messo a frutto l’esperienza maturata in The Last of Us, e il maggior respiro e complessità in termini di interazione con i nemici e l’ambiente in fase di combattimento sono evidenti.

    RispondiElimina
  6. Felice condividi anche tu e mi scuso ancora una volta con i lettori per tono e linguaggio poco filtrato ma quando ce vo' ce vo'...

    RispondiElimina
  7. Vorrei giusto dire una cosa.

    La dimostrazione mi ha detto poco, ma per il semplice motivo che hanno mostrato qualcosa di "tranquillo", e non la solita scena col botto (che poi si rivelava essere sempre spoiler della miglior scena del gioco, ma vabbe). Più che altro, penso sia stata una demo tirata su in tutta fretta, che non doveva nemmeno essere presentata.

    Però, come detto, ho notato tantissime novità, soprattutto nelle sparatorie. Anzi, ho notato più novità in questo che nei sequel stessi di Drake's fortune, e l'ho fatto da soli 10 minuti di video, ed è tutto dire. Il gioco sembra avere un grandissimo potenziale, credo solo che abbiano mostrato la scena sbagliata (o, semplicemente, quella che avevano più vicina al completamento).

    Graficamente, io non so come la gente si possa lamentare. Su alcune cose, addirittura, è persino migliorato rispetto al trailer d'annuncio. Poi è anche stupido paragonare scene diverse, con illuminazioni diverse, e soprattutto è stupido paragonare gameplay e cinematiche, dato che queste ultime hanno sempre qualche filtro in più e un tocco registico e ragionato che di certo aiuta la spettacolarizzazione delle stesse scene.

    Detto questo, penso che, almeno graficamente, sia la miglior cosa che si sia vista su new-gen assieme a the order, e qui c'è poco da fare. E manca ancora tanto all'uscita, quindi chissà che altro accadrà. Però, io spero sempre in trama, atmosfera e spettacolarità. Uncharted, per me, è quello. E ora come ora è davvero troppo presto per sparare commenti profetici a caso. Aspetto speranzoso una nuova, vera reveal.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Però se ci pensi quelle scene sono si belle, però:

      1) mi fai spoiler, che cazzo XD
      2) non mi fai vedere niente del gioco. Sono script, filmati, scene in cui non capisco nemmeno cosa devo fare ludicamente.

      Quelle scene per me sono perfette per trailer pubblicitari di pochi minuti, ma no in un pezzo di conferenza di 15 e passa minuti. La il gameplay puro è d'obbligo.

      Stessa cosa per square che mi mostra quasi tutti i filmati in CG di final fantasy. Ma porca puttana, sono i punti salienti del gioco e me li mostri 3 anni (se, magari) prima?

      Elimina
    2. No, ma indubbiamente. L'unica cosa che dicevo è che, appunto, avrebbero potuto magari mostrare pochi minuti, ma più concentrati. Alla fine, non è che dovevano tappare qualche buco, la conferenza è durata persino 2 ore, ancora più di quella dell'e3

      Elimina