giovedì 9 giugno 2016

Fuffa E3: i balocchi dell'E3 e il Pinocchismo

HYPE! ..ma non troppo
PC | PS4 | XBOX ONE | WiiU | PSVITA |3DS

Contrariamente a quel che si pensa, il periodo E3, oltre ai fuochi d'artificio, le bombette, gli applausi e le veglie notturne, che a volte mi fanno sembrare un guardiano della Barriera, in attesa di falciare i ricordi estranei..spesso fa emergere strane sensazioni in un vecchio gamer, abbastanza disilluso. Questo magico periodo di autentica irruenza videoludica che occupa
circa due settimane della vita di ogni videogiocatore, fa sorgere nel sottoscritto, più riflessioni e paturnie del solito consueto periodo annuale, consueta finestra di lancio, pubblicazione e rimando dei videogiochi. Nel quale bene o male mi accomodo sempre, e nel quale recrimino in poche, sporadiche occasioni.

Ma il periodo E3 dicevo..è diverso.

Ciò è essenzialmente dovuto ad un momento e ad uno specifico trailer che in molti ancora si ricordano, spesso sorridendo, quando emerge, abbassando lo sguardo con aria mesta, qualora si inzighi troppo bene l'interlocutore.
Un trailer che rese spiacevole la viva constatazione, tempus fugit, che anche le grandi compagnie di videogiochi possono mentire spudoratamente, pur di compiacere l'utenza e far vedere che il loro giardino è più verde di quello della concorrenza. Non è certo cosa nuova.

Saliamo a bordo della warp machine, impostiamo l'anno domini 2005, destinazione E3.

Schermo bianco, musica trionfale di sottofondo, Sony presenta ..poi qualcosa di difficilmente dimenticabile: la guerra contro gli helgan come non l'avevamo mai vista, esplosioni, guerra dura, gli ululati in sala, l'incredulità sui forum che si spargeva a macchia d'olio, era troppo quello cha stavamo vedendo. Certo, qualcuno frenava gli entusiasmi, cercando di far riflettere, ma veniva fagocitato da un hype difficilmente contenibile e dalle accese discussioni che tra meme e gif on board,  decollavano impazzite, senza che i moderatori potessero arginarle..quello era davvero possibile sulla futura PS3?


No.

Il trailer di "Killzone" per PS3 non solo fece nascere il più grande trollaggio che memoria di videogiocatore ricordi, fino alla proverbiale presentazione "SPORTS and TV" del 2013 di Microsoft (che ancora rimane saldamente nella firma di tanti utenti su diversi forum..) ma inaugurò, per certi versi, un modo di truffare i consumatori che ci siamo trascinati per parecchio tempo e che non è stato ancora del tutto congedato, a volerla dire proprio tutta.
Come in tanti profetizzarono, quando il gioco uscì, nonostante i Guerrilla cercarono di rispettare al massimo le promesse fatte, fu un epic-fail di magnitudo incalcolabile.
Dove era quella battaglia? Dove erano quelle esplosioni, quei volti segnati dall'adrenalina? Dove erano quelle vivide fiamme che avvolgevano il trooper helgan? Dove erano? Erano nella CGI.
Se ve lo state davvero chiedendo.


Tira più un pelo di trailer che il gioco intero.

Sembra che dopo il trailer di Killzone, le compagnie videoludiche abbiano imparato, come i cugini del cinema, del resto, che mostrare quello che non si può raggiungere è il miglior metodo per accaparrarsi solidi pre-order e fomentare un discreto seguito.
Perché diciamolo, se bisogna fare i conti con hardware non troppo performanti, spesso assai meno potenti del glorioso pc gaming, l'unica soluzione percorribile e che offre una certo margine, è quella di taroccare i trailer dei videogiochi di prossima uscita.
Si sa, il trailer viaggerà alla velocità della luce, tra social, forum, podcast, chat e device di ogni tipo, e farà il suo dovere, facendo spargere tante chiacchiere, facendo impennare discussioni, dibattiti al suon di "Sì ma il Cell di PS3"..raggiungendo il suo scopo o almeno in parte: far parlare.
Poi c'è sempre tempo per ridurre, accorciare, downgradare, compiere manovre empiriche di riduzione, la gente spesso dimentica quel che ha letto e magari visto, si confonde, non realizza, se poi c'è qualcuno che meticolosamente dimostra che suddetto trailer non può girare su quell'hardware, si tratta sicuramente di un hater, quindi non bisogna preoccuparsi.

Un altro ottimo esempio di trailer taroccato è quello di Watch Dogs, presentato all'E3 del 2012.
In questo trailer abbiamo un gioco che di fatto non ha mai toccato gli scaffali, se non con una versione drasticamente ridotta e decisamente discutibile.
Tagliando corto, ci pensano i ragazzi di VideoGamerTv a mostrare ciò che affermo, con un comparative video che non lascia scampo: texture ridotte, effetti luce e polvere assenti, riduzione drastica degli effetti bagnati, animazioni azzerate (o quasi) e via dicendo. Che bello.


E quella si presuppone essere una PS4.
Il che fa sorgere una semplice domanda se vogliamo valutare un simile operato senza perderci in vacue considerazioni: è mera incapacità di Ubisoft di rispettare le promesse? Oppure una semplice operazione di marketing scellerato da parte del colosso francese?
Ci tengo a precisare che nemmeno la versione PC di Watch Dogs arriva ad accostarsi alla versione "Finto demo giocabile" E3 2012.
Secondo molti utenti pc, la colpa è necessariamente delle console e dei loro proverbiali "downgrade for dumb people". La colpa è dunque di chi ha una console se questi giochi vengono downgradati.
Ne siamo del tutto certi? Ho i miei dubbi in merito.

In questo video successivo invece, vi mostro sempre il solito Watch Dogs, stavolta in PC Ultra definition, fronteggiare la succitata demo E3. Come potete vedere, anche la versione PC al top della grafica e degli effetti, non raggiunge nemmeno di striscio la versione presentata all'E3, che di fatto è una versione assolutamente più bella, stilisticamente più compatta. Si veda anche solo il movimento dello spolverino, i refoli di vento o la pioggia battente. Si tratta di una semplice truffa sul consumatore, ne più ne meno, e scusate la schiettezza di un Gamer.
Venne promesso un gioco, con determinate caratteristiche e determinati criteri estetici e non vennero rispettati gli accordi presi con i consumatori. Nemmeno per la versione PC che avrebbe potuto avvicinarsi alla versione E3, è stata modellata o fatta su quello scheletro progettuale.


Come scusa ufficiale, Ubisoft si affrettò a definire la demo E3 di Watch Dogs "una tech-demo ancora in fase di sviluppo". Onestamente a me sembrava tutto fuorché una "tech-demo"
Oltretutto, se si trattava di una tech-demo, non sarebbe stato più smaliziato cambiare completamente la zona cittadina? In modo da non fa sorgere il proverbiale - "era più bello nel filmato E3" - ad ogni giocatore dotato di comparto visivo?
Mah, misteri degni del Louvre.

Un ennesimo esempio, anche se mi duole il cuore portare sul banco degli imputati un titolo di questo calibro, è quello di The Witcher 3: Wild Hunt, la versione regolare, attualmente in vendita, per PC e console, non raggiunge nemmeno ad Ultra definition e con tutte le mod grafiche possibili ed immaginabili, la magnificenza di questo trailer targato VGX 2014.
Perché si tratta proprio di un'altra cosa.
Questo video contiene spezzoni che sono stati poi opportunamente "rimossi" dalla versione del trailer rieditata nel 2015, anche perché ad un occhio poco attento, non poteva sfuggire il divario pazzesco tra i due Witcher 3.
Si vedano per esempio diversi dettagli specifici a 1:00, ad esempio i mobili che si spostano quando lanciamo il segno AARD, l'effetto dinamico della telecamera che danza assieme alle movenze di Geralt rendendo il gioco ancora più dinamico, il riflesso della pavimentazione, l'effetto sunshaft che filtra dalla finestra, le numerose animazioni aggiuntive di NPC e molto altro.
E' fuor di dubbio che l'operato dei CDPR sia stato contenuto a paragone del suddetto trailer e non può certo essere definito "tranchant" una truffa, anche perché il gioco ha mantenuto ampiamente le promesse iniziali e ha dimostrato la sua possanza grafica, a suo modo.


Secondo molti giocatori PC è nuovamente colpa dei poveri peones delle console se The Witcher 3: Wild Hunt non ha potuto raggiungere la qualità pazzesca di questo video, dovendo contenere per forza di cose la sua dirompente bellezza complessiva per essere trasportato sulle pezzenti console.
Ma ancora una volta, credo che in futuro, prove decisamente inoppugnabili, come imminenti video di comparazione che verranno, lasceranno poco spazio d'interpretazione personale, mostrando che del The Witcher 3: Wild Hunt del VGX 2014, non vi è più alcuna traccia.

Mi congedo da questa fuffa, sperando che a questo E3 ci sia tanta sostanza, ringraziando Alberto Del Moro che mi ha ispirato in questo periodo E3 a riconsiderare sempre in maniera più negativa, l'operato di Ubisoft.

Tutto è lecito, niente è reale.

The Ubisoft Motto 

7 commenti:

  1. Assolutamente d'accordo! Quando bisogna vendere un prodotto.."Tutto è lecito, niente è reale" anche truffare gli utenti che credono in un prodotto, presentato oltre le sue effettive possibilità. Per l'E3 si impegnano a confezionare un sogno, quando invece sugli scaffali arriverà ben altro.

    -Alberto-

    RispondiElimina
  2. Tutto dannatamente vero. WD è proprio un'altro gioco rispetto a quel video, che dava un vero senso di next-gen. Poi il mese scorso compri il gioco e ti becchi una roba ps3. Ma a conti fatti il lato tecnico non è nemmeno l'unico dei problemi seri di quel gioco. Killzone e TW3 almeno si sono rilevati bei giochi.
    Una brutta strada stanno percorrendo, perfino square con il suo ff15 che, dalle ultime 2 demo provate, sta indietro parecchio a livello visivo.

    RispondiElimina
  3. Vi assicuro che quanto sto per dire è vero, riferitomi da persone che conosco che lavorano nei vg per software house importantissime (per ovvi motivi non posso fare nomi, siete liberi di credermi o meno): quasi tutto quello che vedete all'E3 è fatto girare sfruttando la potenzialità di calcolo di 1 o spesso più computer belli potenti contemporante. Macchine speciali create ad hoc,lontane dalle potenzialità del PC dell'utente medio e molto distanti da quelle delle console. Quindi quando dicono che la fonte è una console standard,2 volte su 3 mentono.
    Il tutto è fatto per creare l'effetto WOW sul pubblico e attirarsi i proiettori addosso, è marketing. Il gioco finale non potrà mai avere quel dettaglio, quella cura, perchè è fatto sfruttando macchine speciali non sul mercato.

    La domanda lecita è : " E' una truffa? Pubblicità fasulla?".
    La risposta è un inesorabile "SI'!".

    Diffidate sempre delle graficone mostrate all'E3, molte delle SH segnalate sopra da Aku sono recidive.
    Comunque ribadisco che è una pratica molto usata, ma non tutte la attuano....c'è pur sempre Nintendo in grado di presentare all'E3 uno Star Fox in stato pietoso, molto inferiore rispetto al prodotto finale XD.

    RispondiElimina
  4. Secondo me hanno drasticamente ridotto anche la grafica di FFXV.
    Ricordo l'announcement trailer sempre del 2013 e mi pare che non siamo più su quei livelli. Ampiamente, direi ;)

    RispondiElimina
  5. Esempi illustri, esempi illustri!!
    C'é da dire che, si, è tutto marketing.
    Ci cade la mascelle davanti al trailerozzo e ci si fà già un'immagine falsata che il gioco poi sarà davvero così!
    Poi puntualmente si viene smentitia ci si giustifica: eh ma non è poi malaccio, eh ma è un gran gioco comunque.. tutto vero, eventualmente, però l'importante è non scordarsi che è pur sempre una forma velata di raggiro: è come fare un acquisto su internet basandosi su una foto del prodotto per poi ricevere tutt'altro.
    Solo che lì puoi agire, ribellarti, chiedere rimborsi, con i giochi no, quello è e quello ti tieni!
    È una roba un pò malatuccia del mercato, anche se devo ammettere che è una tendenza che foooorse negli ultimissimi tempi si sta un pelo ridimensionando ma è lungi da esser scomparsa!
    Che poi sia chiaro, non sono affatto dell'idea che bisogni boicattare anche la roba meritevole al primo downgrade (se mi perdo un tw 3 mi voglio solo male come giocatore), però almeno prender coscenza di questo schifo e ponderare magari di dare maggior peso a meccaniche e gameplay e non meramente all'aspetto tecnico che tanto non sarà mai pari a quello mostrato.
    Infine sono ben contento del pensiero di Aku sulla faccenda console motivo di castrazione dei giochi Pc: diamine, esistono porting su entrambi i fronti obbrobbiosi e porting ottimi, non si deve generalizzare ma andare a vedere caso per caso!
    E questi trailer sono iperpompati sia rispetto all'utenza media pcista sia a quella consolara!
    E poi son pure stufo di sentir dire 'eh ma su pc godi di prestazioni migliori e risoluzioni maggiori': eh, grazie al menga, son fasce di prezzo diametralnente opposte, su pc avrai sempre la qualità migliore ma lì solo una scheda video viene almeno quanto 2 3 ps4, è ovvio che con la console si risparmia sull'hardware scendendo a compromessi!
    Ora ci sarebbe da ficcarci il discorso ps4neo ma non voglio fare un post più lungo di questo e soprattutto tediare qui su quei discorsi che già mi son venuti a noia :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Per Neo risparmia le righe e resta sintonizzato sul blog ;)

      Elimina
    2. Ahia ahia, se sarai tu.. vacci pesante xD

      Elimina