l Gamer May Cry: RECENSIONE - Code Name S.T.E.A.M.



ASCOLTA RADIOGAME !!!

lunedì 19 settembre 2016

RECENSIONE - Code Name S.T.E.A.M.

3DS

Finalmente dopo averlo lungamente bramato, ammaliato dalla demo, ho avuto la possibilità di fare mio Code Name S.T.E.A.M., eccentrico strategico made Intelligent Systems per Nindendo 3DS.
Il gameplay riprende molto dalla serie Valkyria Chronicles cara agli utenti PlayStation che ha saputo con merito fare incetta di elogi.


Rispetto al brand Sega, in Code Name S.T.E.A.M. il campo di battaglia non è visibile dall'alto ad ogni turno. Viene mostrato il livello molto rapidamente con una carrellata fino all'obiettivo ad inizio missione, senza poterne dunque riuscirne a comprendere con chiarezza le caratteristiche. Proprio per questo motivo il giocatore si trova a dover esplorare passo passo, spesso con difficoltà nell'orientamento, il terreno di scontro che sempre mostra strade multiple, percorribili o meno a seconda delle caratteristiche dei 4 personaggi che decideremo di portare in battaglia.

La "complessità" delle arene è proprio una delle peculiarità del titolo Intelligent System, i campi di battaglia sono vari e per costruzione simili a quelli di un TPS, con la presenza di livelli su più piani e numerose zone segrete, tutte caratteristiche che rendono una missione affrontabile seguendo più chiavi di lettura.


Nonostante non sia presente un sistema di livellamento per i personaggi, la sfera gestionale dei propri alter ego è data dalla possibilità di equipaggiare un'arma secondaria che si aggiunge a quella principale fissa, che da la caratteristica dominante ad un pg. Le armi secondarie si sbloccano raccogliendo le monete presenti all'interno degli stage ed ottenibili come valutazione a fine di ogni missione. Assegnare un'arma piuttosto che un' altra può incidere nella strategia e nel modo in cui si utilizza la propria squadra. Ogni tipologia di arma consuma una quantità di steam (vapore) differente, essenziale anche per spostare le unità.
Oltre all'arma secondaria possiamo equipaggiare anche diversi “steamer”, macchinari che ogni pg porta come fosse uno zainetto e che riforniscono steam ad ogni turno. Gli steamer sono sbloccabili collezionando degli ingranaggi da raccogliere nello stage, di cui sono presenti 3 per livello e non sempre sarà facile individuarli.
Ogni tipologia di steamer dà una quantità di vapore diversa ad ogni turno ed incide nelle statistiche di attacco e difesa del personaggio.
Tutte variabili che unite ai diversi obbiettivi delle missioni (dal classico "resisti per X turni", al "arriva alla metà", passando per il "sconfiggi il nemico" ecc..) e di agenti disponibili (sniper, guaritori, esche, sabotatori, tank e tanti altri) garantiscono la libertà di creare strategie diverse in ogni missione.

I nemici seppur poco interessanti da un punto di vista puramente estetico si presentano in numerose tipologie, con punti di forza e debolezza da considerare con attenzione e strategie per averne la meglio.


l gioco è molto ben equilibrato ed il livello di sfida è buono. I puristi lamenteranno la presenza eccessiva di punti di salvataggio (utilizzabili però una sola volta ciascuno) che permettono di imbastire strategie di battaglia attorno ad essi.
Infatti oltre alla possibilità di salvare classica e gratuita, spendendo qualche moneta si può anche ripristinare il proprio agente in salute e mosse (ottenendo dunque un turno extra) oppure spendendone molte di più ripristinare l'intera squadra, riportando in vita anche gli eventuali caduti.
Il tutto è in realtà pensato con cognizione di causa intorno alla struttura di ogni livello e va detto che per moltissimi giocatori non avere tali possibilità avrebbe reso il titolo impossibile da portare a termine, considerando che la difficoltà non è affatto morbida. In ogni caso chi eventualmente volesse una sfida più old school può decidere di ignorare i salva e/o le opzioni a pagamento dello stesso.
Ad essere pignoli un appunto è da fare sulla frequenza eccessiva di rinforzi nemici, che alle volte gioca sporco respawnando avversari a sorpresa in zone di gioco imprevedibili e date per sicure, causando improvvisi ed ingiusti intoppi alla propria strategia, con conseguenti nervi scoperti.

Altro anello debole sono le missioni a bordo di ABE (non mi prodigo in ulteriori spiegazioni per evitare spoiler). Non mi sento di calcare troppo la mano su questo aspetto però in quanto presenti giusto in un paio di frangenti durante la storia ed è palese come il loro inserimento sia stato pensato esclusivamente per spezzare per un paio di minuti la routine delle missioni strategiche con qualcosa di più action, immediato ed appariscente. Buona l'intenzione ma da sviluppare con maggiore profondità nell'eventuale prossimo capitolo.


Il vero punto debole di Code Name S.T.E.A.M è la trama.
Siamo nell'era del vapore ed un'armata aliena improvvisamente piomba sulla Terra con l'intento di conquistarla, Abramo Lincoln in persona comanda una squadra di agenti specializzati che si daranno battaglia per scacciare l'invasore. Fin qui il plot è talmente risibile ma estremo da risultare geniale.

La personalità e la bizzarria della premessa non regge il confronto con una storia pretestuosa, banale e priva di colpi di scena. Gli agenti della S.T.E.A.M., oltre che rifarsi nelle fattezze, spesso goffamente, a stereotipi e personaggi storici e delle favole, mondi diversi fatti coesistere fra loro in modo anche piuttosto forzoso, si prodigano soltanto di prevedibili battute ed il carisma del silenzioso nemico alieno è totalmente assente.
Se il tutto fosse stato usato con maggiore determinazione e con la stessa spavalderia mostrata in altri aspetti del gioco come ad esempio nell'equipaggiamento dal design assolutamente folle e tamarrissimo, ci saremmo potuti trovare dinnanzi al party ed ad una delle trame più eccentriche e memorabili di sempre.
Da segnalare in positivo però la bella idea della regia stile comic, davvero stilosa.

La longevità è buona, 16 missioni per almeno una 25ina ore. Rigiocabilità garantità dalla già citata moltitudine di vie e strategie possibili.
Da sottolineare come se in possesso degli amiibo dei personaggi di Fire Emblem sia possibile utilizzarli nel gioco. Un bel extra che strizza l'occhio ai fan della saga strategica Nintendo più famosa.


Code Name S.T.E.A.M. è un titolo assolutamente da provare per ogni appassionato di strategia e non solo, recupero consigliato ancor più in questo periodo considerando che il titolo è facilmente reperibile attorno ai 20€. Solamente chi non può prescindere da trama e personaggi di alto livello ne rimarrà deluso.

Nessun commento:

Posta un commento